ApplePayITALY_720

Il governo britannico ha dichiarato di aver raggiunto un accordo con Apple in modo da ottenere accesso alla tecnologia NFC inserita su iPhone. Attraverso la funzione i cittadini europei potranno scansionare il proprio passaporto anche in seguito alla Brexit.

Il governo ha lanciato un’app che aiuta i cittadini europei a richiedere la permanenza nel Regno Unito anche dopo l’uscita dall’Unione Europea. Il processo richiede la compilazione di un breve modulo, un selfie, e infine la scansione del passaporto attraverso l’NFC integrato sullo smartphone. Se quest’ultimo passaggio è semplice su un terminale Android diventa un po’ più complicato su iPhone, visto che l’NFC è bloccato per funzionare solo con il formato NDEF per i dati, e quelli registrati all’interno dei passaporti seguono standard diversi.

Lo scorso anno il Segretario di Stato per gli Affari Interni Sajid Javid aveva confermato di essere al lavoro con Apple per implementare la funzionalità, e pare che gli sforzi siano stati ripagati. Ad annunciare la novità è stato in origine NFC World, secondo cui Apple aprirà la funzione NFC integrata all’app EU Exit: ID Document Check. Ha confermato la notizia anche Javid: “Sono lieto di confermare che Apple renderà possibile il controllo del documento di identità via app sui propri dispositivi entro la fine dell’anno”, sono state le sue parole.

Il programma di registrazione rimarrà attivo fino al mese di Giugno 2021, a prescindere dagli esiti delle negoziazioni sulla Brexit. Questo comunque non significa che le funzionalità NFC presenti su iPhone verranno estese anche con altre finalità, visto che in questo caso ci troviamo di fronte ad un avvenimento estremamente eccezionale e straordinario.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome