monzapcblog-samsung-smartphone-mattoncino2

L’avvento degli smartphone pieghevoli, pur con tutte le difficoltà mostrate dal Galaxy Fold, ha aperto la strada alla possibilità di ideare dispositivi dall’aspetto sempre più bizzarro (e la cui utilità non è sempre immediatamente evidente).

In proposito, un brevetto recentemente registrato da Samsung negli Stati Uniti e presso la Wipo rientra perfettamente nella definizione di “smartphone bizzarro”.

L’apparecchio descritto dà tutto un nuovo significato alla nomea di mattoncino che certi smartphone particolarmente ingombranti si portano dietro: il dispositivo è composto infatti da quattro schermi che, quando sono chiusi su sé stessi, formano un parallelepipedo.

È evidente come ognuna delle “facce” possa essere usata per visualizzare diverse informazioni (messaggi, data e ora, previsioni meteo e via di seguito), mentre meno chiare sono la comodità di interazione con lo smartphone (ammesso che lo si possa ancora definire tale) e la possibilità di tenerlo in tasca.

Quando poi si decide di srotolare l’invenzione di Samsung, allora si ottiene qualcosa di più simile a un tablet, la cui superficie totale è uguale alla somma dei quattro schermi singoli.

Il brevetto si spinge a specificare che l’apparecchio dispone anche di una porta USB e un jack per le cuffie, ma non può davvero confermare che Samsung abbia intenzione di trasformare queste idee in un prodotto o se piuttosto si stia limitando a proteggere l’uso di tecnologie similari da parte di altri, come spesso accade.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome